Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Tripterygion delaisi (Cadenat & Blache, 1970)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Tripterigiidi
Genere Tripterygion
Specie delaisi
/images/schede/foto_schede/t/tripterygion_delaisi.jpg
Autore foto: Roberto Pillon
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Sinonimi:
T. xanthosoma
Nomi comuni italiani Peperoncino giallo
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
D=Gelber Spitzkopfscheimfisch -
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo ed Atlantico orientale.
Descrizione Il genere Tripterygion si caratterizza per avere ridotte dimesioni, corpo affusolato, allungato, muso appuntito e tre distinte pinne dorsali.
E' simile al Peperoncino rosso da cui si differenzia per un diverso numero di raggi nella dorsale.
La colorazione degli esemplari maschi in riproduzione (aprile-luglio) è giallo intenso, con larghe fascie scure più o meno visibili sul dorso, con testa nera. Quando non sono in periodo riproduttivo la testa non ha un colore particolarmente scuro e il corpo assume un colore rossastro. I maschi di questa specie inoltre hanno i primi raggi della seconda dorsale molto lunghi e molto sproporzionati rispetto ai raggi successivi.
Le femmine hanno una colorazione meno sgargiante ed è tendenzialmente biancastro-castano con larghe fascie chiare.
In questa specie è sempre presente una macchia nera ben definita prima della pinna caudale con una tipica forma diramata (simile a una mano aperta).
Può raggiungere la taglia massima di 8 cm.
Vive in fondali rocciosi ad una profondità compresa tra 1 e 50 metri.
Caratteristiche Tra i vari caratteri che permettono di identificare questa specie il più costante è la presenza della macchia nera ben definita prima della pinna caudale con una tipica forma diramata (simile a una mano aperta).
E’ curioso il corteggiamento: il maschio si esibisce nuotando a forma di 8 attorno alla femmina. Il maschio si occupa delle uova che sono deposte tra Maggio e Luglio.
In cattività
L'ambiente in vasca Essendo un abitante di fondali rocciosi è necessaria una vasca ricca di rocce ed anfratti con discreta vegetazione.
Necessita di illuminazione costante.
Temperature E’ meglio non superare i 24°C.
Osservazioni Allevarne una coppia può risultare un’interessantissima esperienza. Oltre alla livrea sgargiante il peperoncino giallo ha una carattere pacifico che ne fa un ospite tranquillo delle vasche ben avviate.
Alimentazione L’alimentazione può causare gli stessi problemi dei congeneri. L’adattamento alla vita in cattività varia da esemplare ad esemplare per cui quando ci si accorge che l’animale non accetta il cibo è meglio liberarlo risparmiandogli una morte sicura. In genere accetta pezzi di gambero e di cozza oltre ad artemie e mysis.
Specie affini Tripterygion trypteronotus (Peperoncino rosso) - Tripterygion melanurus (Peperoncino minore)
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 22/11/2012
Autore scheda: Giovanni Verazza, con il contributo di Roberto Pillon, Michele Abbondanza


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>