Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Symphodus roissali (Risso, 1810)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Labridae
Genere Symphodus
Specie roissali
/images/schede/foto_schede/s/symphodus_roissali.jpg
Autore foto: Andrea Prodan
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Sinonimi:
Labrus oculusperdix Rafinesque, 1810 (synonym)
Symphodus quinquemaculatus (Risso, 1827) (synonym)
Lutjanus roissali Risso, 1810 (synonym)
Lutjanus alberti Risso, 1810 (synonym)
Lutjanus varius (Linnaeus, 1758) (synonym)
Labrus aeruginosus Pallas, 1814 (synonym)
Labrus capistratus Pallas, 1814 (synonym)
Crenilabrus tigrinus Risso, 1827 (synonym)
Crenilabrus quinquemaculatus Risso, 1827 (synonym)
Crenilabrus arcuatus Risso, 1827 (synonym)
Crenilabrus roissali (Risso, 1810) (synonym)
Crenilabrus capistratus (Pallas, 1814) (synonym)
Crenilabrus aeruginosus (Pallas, 1814) (synonym)
Symphodus ocellaris (Linnaeus, 1758) (synonym)
Nomi comuni italiani Tordo verde
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Tordo maculato - Lappera - Lappira - Pitarra di pulici - Pittima - Turdu stizziatu -
In natura
Distribuzione Mar mediterraneo, comune. Atlantico, dal golfo di Gascogne a Gibilterra. Mar Nero.
Descrizione La specie è caratterizzata da un massimo di 5 macchie marroni alla base della dorsale.
Lunghezza fino a 15 cm.
Colore variabile tra il verde scuro e il marrone, con linee e macchie più scure.
Di norma è visibile una macchia scura nel centro del peduncolo della pinna caudale.

Inserita in RED LIST nel 2010 - valutazione LC
Caratteristiche Costruisce nidi come S. cinereus. La parete anteriore del nido viene costruita con alghe rosse, verdi e marroni. Non compie grandi spostamenti.
Predilige le zone ombrose e si infila tra le alghe su fondi rocciosi. Raramente nuota in acquae libere.
In cattività
L'ambiente in vasca Ricreare un'ambiente roccioso ricco di anfratti e di alghe del genere Caulerpa, halimeda ed altre del biotopo.
Temperature Nonostante possa arrivare a T elevate non superare la soglia dei 24°.
Alimentazione Molluschi, bivalvi, gasteropodi, ricci e idroidi
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 17/10/2014
Autore scheda: Michele Abbondanza, con il contributo di Roberto Pillon


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>