Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Spurilla neapolitana (Delle Chiaje, 1823)
Phylum Mollusca
Classe Gastropoda
Ordine Opisthobranchia
Sott'ordine Nudibranchia
Famiglia Aeolidiidae
Genere Spurilla
Specie neapolitana
/images/schede/foto_schede/s/spurilla_neapolitana.jpg
Autore foto: Antonio Zofrea
Informazioni aggiuntive
Nomi comuni italiani Spurilla
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
GB=neapolitan spurilla
In natura
Distribuzione Mediterraneo, Atlantico orientale dall'Inghilterra al Senegal, Mar dei caraibi, Atlantico occidentale fino alle coste del Brasile, Pacifico orientale lungo le coste della California.
Descrizione Ha numerose appendici dorsali, arricciate verso l'interno e raggruppate in 6-7 ciuffi. Ha i rinofori lamellati.
Ha una colorazione abbastanza uniforme generalmente castano chiaro, può assumere anche altre colorazioni che vanno dal rosa, al giallognolo, al verdino a seconda anche dell'alimentazione. Le appendici sono spesso marmorizzate di bianco opaco.
Vive generalmente in fondali rocciosi dai 3 ai 15 m circa di profondità.
Lunghezza fino a 4-6 cm.
Caratteristiche E' una specie comune, in particolare in inverno, sotto le pietre nei pressi degli anemoni.
Si nutre principalmente di attinie.
In cattività
L'ambiente in vasca E' una specie che di norma viene introdotta in acquario solo accidentalmente in quanto è spesso poco gradita la sua alimentazione a base di attinie.
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Osservazioni Sono in grado di divorare piccoli anemoni ma di norma non mangiano un anemone fino ad ucciderlo. In acquario sono sicuramente in grado di mettere in forte sofferenza anche anemoni di grosse dimensioni.
Per le continue aggressioni si può presto notare una eccezionale mobilità degli anemoni in vasca.
Alimentazione Sono voraci mangiatrici di attinie. Anemonia sulcata, Actinia equina e Aiptasia mutabilis sono le più frequenti vittime di questa specie.
Incompatibilità Creano molti danni a tutte le specie di attinie in quanto si nutrono di esse.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 23/11/2012
Autore scheda: Roberto Pillon


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>