Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Spondyliosoma cantharus (Linnaeus, 1758)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sott'ordine Percoidei
Famiglia Sparidae
Genere Spondyliosoma
Specie cantharus
/images/schede/foto_schede/s/spondyliosoma_cantharus.jpg
Autore foto: Marco Gargiulo
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Cantharus cantharus (Linnaeus, 1758)
Cantharus lineatus (Montagu, 1818)
Cantharus senegalensis Valenciennes, 1830
Cantharus vulgaris Valenciennes, 1830
Sparus cantharus Linnaeus, 1758
Sparus lineatus Montagu, 1818
Spondyliosoma cantarus (Linnaeus, 1758)
Nomi comuni italiani Tanuta
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Tanuta, Cantaro
GB=black seabream, D=Streifenbrassen
In natura
Distribuzione Mediterraneo, Mar Nero e Atlantico orientale dalla Scandinavia all'Angola
Descrizione Corpo ovale e compresso, muso corto, occhi relativamente grandi e bocca piccola e leggermente inclinata verso l'alto. Ha un'unica pinna dorsale molto lunga in genere tenuta ripiegata sul dorso. La pinna caudale è bilobata.
E' una specie ermafrodita proteroginica quindi da giovane è femmina e poi con lo sviluppo diviene maschio.
Questa specie ha un forte dimorfismo sessuale. La forma e la colorazione sono diverse nei due sessi durante il periodo riproduttivo.
I maschi hanno un dorso alto, fronte concava e colorazione variabile tendenzialmente grigio-blu con sottili linee longitudinali blu e a volte fasce verticali sul dorso e sui fianchi.
In livrea nuziale le pinne si bordano di azzurro vivace.
Le femmine sono più piccole, un po' più affusolate e hanno in genere un muso più appuntito, fronte leggermente convessa e la colorazione varia dal grigio al giallognolo, con fianchi argentei con di linee longitudinali discontinue grigio-brune irregolarmente pigmentate.
Gli esemplari molto giovani presentano di norma delle fasce verticali più scure alternate più larghe e più strette.
E' una specie gregaria che vive su fondali rocciosi, sabbiosi o in prossimità di praterie di Posidonia da circa 10 fino a 150 m di profondità.
La tanuta è onnivora e si nutre sia di alghe che di piccoli invertebrati
Raggiunge la lunghezza massima di 60 cm.
E' una specie abbastanza comune in tutto il Mediterraneo.
Caratteristiche Si distingue dai saraghi per il colore e la dentatura.
In cattività
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 22/11/2012
Autore scheda: Roberto Pillon


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>