Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Sciaena umbra (Linnaeus, 1758) Organismo protetto.
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sott'ordine Percoidei
Famiglia Sciaenidae
Genere Sciaena
Specie umbra
/images/schede/foto_schede/s/sciaena_umbra.jpg
Autore foto: Claudio Bonfiglio
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Corvina canariensis Cuvier, 1830 (sinonimo)
Bairdiella umbra (Linnaeus, 1758) (sinonimo)
Sciaena nigra Bloch, 1792 (sinonimo)
Johnius nigra (non Forsskål) (nome usato male)
Coracinus chalcis Pallas, 1814 (sinonimo)
Corvina nigra (non Cuvier, 1829) (nome usato male)
Corvina umbra (Linnaeus, 1758) (sinonimo)
Johnius umbra (Linnaeus, 1758) (sinonimo)
Convenzioni di protezione e pesca/prelievo
(Clicca qui per maggiori informazioni)

P3 - B3 -
Nomi comuni italiani Corvina
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Corvina - Acula - Aculotta - Aloca - Corbaglio - Corbello - Corbo - Corbo falso - Corveddu - Corvina di sasso - Corvo - Corvo bastardo - Corvo di fortiera - Crou - Cubeddu - Cuervulu - Cuorvo - Curviellu - Gorbagiu - Ladola - Lavica - Locca - Ombrela - Om
D=Seerabe - GB=sea raven, Brown meagre - DK=Brun ørnefisk - F=Corb English, Corb commun, Vieille noire, Corb du Cameroun, Corb noir - E=Corvallo, Verrugato - TR=Eskine baligi, Iskine baligi, Mavruskil - AL=Korb i zi - GR=Skios -
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo e Mar Nero - Atlantico orientale - Ocassionalmente presente nel sud del Senegal e sporadicamente nel Golfo di Guinea.
Descrizione Corpo robusto, con profilo dorsale arcuato, muso breve e arrotondato, con bocca infera, quasi orizzontale. Prima dorsale con raggi molto lunghi; seconda dorsale ed anale con base squamosa. Caudale di norma tronca. Colore bruno scuro con riflessi dorati, e pinne ventrali ed anale nere, con margine bianco.
Caratteristiche E' una specie notturna e con abitudini gregarie. Abita normalmente le acque costiere a poca profondità nella zona rocciosa ed anche nel posidonieto.
Può arrivare ad una profondità di circa 180 mt. Molto facile trovarlo tra i relitti e nelle grotte.
In cattività
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Osservazioni Periodo riproduttivo da giugno ad agosto. Può arrivare alla lunghezza massima di 65-70 cm.
Varie e curiosità Per richiamare le femmine, il maschio emette dei suoni comprimendo la vescica natatoria attraverso le fascie muscolari. Molto caratteristico e studiato.
Alimentazione Normalmente crostacei e piccoli pesci.
Incompatibilità Piccoli pesci e crostacei.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
6 - Lasciamo fare a Madre Natura

Data ultima revisione: 22/11/2012
Autore scheda: Michele Abbondanza


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>