Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Parablennius incognitus (Bath, 1968)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sott'ordine Blennioidei
Famiglia Blenniidae
Genere Parablennius
Specie incognitus
/images/schede/foto_schede/p/parablennius_incognitus.jpg
Autore foto: Roberto Pillon
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Sinonimi:
Blennius inaequalis Valenciennes, 1836
Blennius ponticus incognitus Bath, 1968
Blennius incognitus Bath, 1968
Pictiblennius incognitus (Bath, 1968)
Nomi comuni italiani Bavosa mediterranea
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
TR=Horozbin baligi, Horozbina baligi - D=Inkognito-Schleimfisch - DK=Mysterium-slimfisk -

Sloveno=Jelenka
Russo=Sobachka inkognita
In natura
Distribuzione Mediterraneo, Mar Nero, Atlantico orientale dal Marocco alla Manica e Isole Canarie.
Descrizione Ha un tentacolo orbitale principale lungo e grosso con alcuni più brevi che si estendono posteriormente a partire dalla base.
I maschi in livrea riproduttiva possono avere la pinna dorsale orlata di blu (caratteristica in comune con P. zvonimiri) e i tentacoli orbitali particolarmente lunghi (di norma nei maschi di questa specie il primo tentacolo è lungo almeno il triplo degli altri mentre le femmine o gli esempari più giovani hanno il tentacolo orbitale di dimensioni più modeste).
I tentacoli orbitali allungati del maschio servono probabilmente a segnalare alla femmine la stagione degli amori.
In questa specie il numero di tentacoli possono essere da 4 a 5 compreso il tentacolo più grande (di norma sono 5).
A seconda dell'ambiente in cui vive può avere una livrea molto variabile: giallognolo, marrone, verdognolo, arancione, rosso.
Ha le guance vermicolate di azzurro (caratteristica in comune con P. zvonimiri).
E' provvisto di un solo ciuffo di tentacoli sulla narice anteriore. Tentacoli infraorbitali o frontali assenti. Nessun tentacolo sulle narici superiori (che invece sono presenti in P. zvonimiri).
Parablennius incognitus ha due corte barre bianche parallele oblique che partono dall’angolo posteriore inferiore dell’occhio orientate verso l’indietro (di cui la più arretrata è particolarmente marcata), posteriormente ad esse c'è sempre una macchia scura con una caratteristica forma ed ha macchie a forma di clessidra sui fianchi.
In estate, periodo di riproduzione, i maschi occupano i fori dei molluschi scavatori ed entrano in competizione per il territorio particolarmente con maschi di L. canevae. In autunno la specie migra probabilmente a profondità maggiori.
Caratteristiche Parablennius incognitus e Parablennius zvonimiri sono specie molto simili e a volte sono difficili da distinguere.
Avendo i tentacoli sopraorbitali molto simili il più delle volte si distinguono dalla livrea, specialmente quando il pesce è fotografato nella sua interezza.
Circa i tentacoli sopraorbitali: mediamente P. zvonimiri ha i tentacoli sopraorbitali un po' più corti, sottili e meno ramificati (3-5 ramificazioni per P.zvonimiri e 4-5 per P.incognitus) di P. incognitus ma è un criterio poco affidabile. Molto spesso infatti ci sono esemplari di P. zvonimiri con tentacoli molto sviluppati (specialmente i maschi) e P. incognitus con tentacoli molto corti (specialmente le femmine).
Circa il corpo: P. zvonimiri è caratterizzata da una serie di circa 4-6 macchie bianche o giallastre sul dorso a intervalli regolari e, spessissimo (ma non sempre), una macchia nera sul peduncolo della caudale. P. incognitus invece non ha queste macchie ed è caratterizzata da una serie di macchie scure lungo tutti i fianchi a forma di clessidra.
Circa il muso: P. incognitus è caratterizzata da due corte barre bianche parallele oblique che partono dall’angolo posteriore inferiore dell’occhio orientate verso l’indietro (di cui la più arretrata è particolarmente marcata), posteriormente ad esse c'è sempre una macchia scura con una caratteristica forma. Nella livrea del muso di P. zvonimiri non ci sono questi elementi anche se i motivi possono essere talvolta simili.
Sicuramente il più affidabile criterio per distinguere le due specie sarebbe osservare la presenza (in P. zvonimiri) o l'assenza (P. incognitus) di piccoli tentacoli infraorbitali e frontali prima e dopo i tentacoli sopraorbitali e la presenza di uno (P. incognitus) o due (in P. zvonimiri) ciuffi di tentacoli sulle narici (in particolare solo in P. zvonimiri sono presenti dei piccoli tentacoli anche sulle narici superiori). Spesso però non sono facili da distinguere, occorre una foto molto dettagliata e fortunata ad un soggetto che li ha molto sviluppati. La difficiltà ad osservarli fa si che la presenza di questi identifica sicuramente una P.zvnimiri mentre l'assenza non dà nessuna informazione certa essendo per l'appunto molto spesso non visibili.
In cattività
L'ambiente in vasca Zone con roccia e piccoli anfratti.
Temperature Nonostante possa sopportare per il periodo estivo T sui 25°, è bene non superare la soglia dei 22-23°.
Varie e curiosità E' oviparo e le uova sono abissali ed adese ad un substrato.
Abita le acque costiere rocciose.
Alimentazione In natura con piccoli invertebrati del fondo, in particolare gammaridi. Anche con piccole alghe.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 22/11/2012
Autore scheda: Michele Abbondanza, con il contributo di Roberto Pillon


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>