Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Ophioderma longicauda (Retzius, 1805)
Phylum Echinodermata
Classe Stelleroidea
Ordine Ophiurida
Famiglia Ophiodermatidae
Genere Ophioderma
Specie longicauda
/images/schede/foto_schede/o/ophioderma_longicauda.jpg
Autore foto: Andrea Prodan
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Ophioderma longicaudum
Nomi comuni italiani Stella serpentina
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Ofiura, stella fina, stella serpentina
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo e Atlantico Orientale dalla Bretagna alle isole Azzorre.
Descrizione Piccolo corpo sub-pentagonale con cinque lunghe braccia cilindriche. La colorazione è variabile, dal nero al bruno/rossastro (talvolta uniforme, talvolta con striature lungo le braccia) con un'intensità variabile direttamente proporzionale alla profondità alla quale vive l’animale. Lo si trova sotto i sassi e in spaccature in fondali detritici e praterie di posidonia dalla superficie fino a 100 metri di profondità. Può raggiungere i 28 cm di diametro.
Caratteristiche Sono molto più veloci degli asteroidi. Si riproducono dalla primavera all’inverno.
In cattività
L'ambiente in vasca Numerose rocce e sassi che offrono riparo. E’ una specie fotofobica che difficilmente si vedrà in giro per la vasca.
Necessita di illuminazione costante.
Temperature La temperatura può arrivare fino a 28°C tenuto conto della profondità alla quale è stato catturato l’animale.
Osservazioni La si potrà vedere uscire dai suoi nascondigli, anche con la vasca illuminata, quando viene somministrato il cibo agli altri ospiti.
Cure Non necessita, a mio avviso, di cure particolari.
Varie e curiosità Esemplari in buona salute possono dimostrarsi estremamente battaglieri nel contendere agli altri ospiti il cibo caduto sul fondo.
Alimentazione Si nutre di qualsiasi alimento di origine animale.
Generalmente è sufficiente quanto cade sul fondo durante la somministrazione del cibo a pesci o invertebrati. Ogni tanto le si potrà dare direttamente un pezzetto di gambero, pesce, cozza, ecc., che in genere afferrerà velocemente avvolgendolo con le sue braccia.
Incompatibilità Esemplari piccoli o in sofferenza possono patire la presenza di granchi o altri crostacei aggressivi.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 20/11/2012
Autore scheda: Giovanni Verazza, con il contributo di Andrea Prodan


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>