Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Ocnus planci (Brandt, 1835)
Phylum Echinodermata
Classe Holothuroidea
Ordine Dendrochirotida
Famiglia Cucumariidae
Genere Ocnus
Specie planci
/images/schede/foto_schede/o/ocnus_planci.jpg
Autore foto: Andrea Prodan
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Cucumaria planci (von Marenzeller, 1893)
Nomi comuni italiani Cetriolo di mare frondoso
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Oloturia, Cetriolo di mare.
In natura
Distribuzione Su fondali misti di sabbia/fango e rocce dai primi metri di profondità ai 60/80 metri. Si ancora saldamente a substrati solidi, dai quali filtra l'acqua con i tentacoli boccali.
Presente nel Mediterraneo e nell'Atlantico Orientale
Descrizione Lunga fino a 15 cm e di colorazione marrone, presenta dei pedicelli ambulacrali ben sviluppati con i quali si attacca a pietre o altri substrati solidi. I tentacoli boccali sono lunghi e ramificati.
Caratteristiche Si riproduce intorno a marzo/aprile.
Usa i tentacoli per filtrare l'acqua e trattenere le particelle di cibo di cui si nutre.
In cattività
L'ambiente in vasca Non ha bisogno di un ambiente particolare, purché vi siano substrati solidi (in mancanza, anche il vetro stesso) ai quali possa ancorarsi.
Temperature Personalmente sto mantenendo in vasca un esemplare a T 22°-23°.
Osservazioni Non spicca per "mobilità". A differenza di altre oloturie che amano girovagare per la vasca, la Cucumaria planci una volta trovato un posto a lei congeniale difficilmente si sposterà: al massimo tenderà ad erigersi per distendere i tentacoli e nutrirsi (soprattutto di notte), o a ritrarsi su se stessa se disturbata.
Cure Non necessita di cure particolari. La collocazione iniziale può rivestire una certa importanza (preferibile a mio avviso un posto riparato, ma con una buona corrente) perché, come detto, tenderà a rimanere ferma nello stesso punto, a costo di rimanere quasi sempre chiusa o di limitare al massimo la distensione dei tentacoli.
Varie e curiosità E' un animale che, apparentemente di aspetto non gradevole quando rimane chiuso, diventa particolarmente affascinante quando si erge distendendo a raggera i tentacoli ramificati.
Alimentazione Si nutre di particelle di cibo trasportate dalla corrente.
L'esemplare che ho in vasca non è mai stato alimentato in modo diretto.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 09/11/2013
Autore scheda: Andrea Prodan


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>