Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Ilia nucleus (Linneo, 1758)
Phylum Arthropoda
Classe Malacostraca
Ordine Decapoda
Sott'ordine Pleocyemata
Famiglia Leucosiidae
Genere Ilia
Specie nucleus
/images/schede/foto_schede/i/ilia_nucleus.jpg
Autore foto: Andrea Prodan
Informazioni aggiuntive
Nomi comuni italiani Granchio testa di morto
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
F=crabe en forme de noix, GB=nut-crab, E=cangrejo guisante
In natura
Distribuzione Vive prevalentemente su fondali sabbiosi/fangosi o nelle praterie sommerse. Talvolta anche su fondi rocciosi.
Generalmente tra i 40 e gli 80 metri di profondità, può spingersi però anche al di sopra dei -10 m (fino ai -2 m).
La specie è endemica di tutto il Mediterraneo.
Descrizione Granchio inconfondibile, dal corpo quasi sferico (diametro massimo attorno ai 3 cm) con occhi ed antenne ravvicinati e posti molto in avanti. Le chele, come le zampe, sono lunghe e sottili.
Il colore può variare da un color sabbia ad un bruno/rossiccio.
Caratteristiche Di abitudini prevalentemente notturne, lo si può trovare allo scoperto anche nelle prime ore di luce o verso l'imbrunire: più difficile vederlo durante il giorno (soprattutto d'estate).
In cattività
L'ambiente in vasca L'ambiente dovrebbe riproporre le caratteristiche del luogo di prelievo, e quindi nella maggior parte dei casi un fondo sabbioso nel quale possa nascondersi. In tal caso, però, resterà invisibile per la maggior parte del tempo.
Temperature Necessita di acquario refrigerato.
Osservazioni Si tratta di un granchio dalla forma inconsueta ed affascinante. Nonostante l'aspetto esile delle chele, si tratta però di un temibile predatore.
Nascosto sotto la sabbia, può tendere l'agguato a piccoli pesci o ad altri crostacei.
Alimentazione Per quanto osservato in cattività, può essere nutrito con qualsiasi alimento di origine animale.
Incompatibilità Sicuramente incompatibile con piccoli pesci di fondo (Gobidi e Blennidi)e con gamberetti del genere Palaemon, che ne diventano facilmente prede.
Probabilmente incompatibile anche con spirografi ed altri invertebrati.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 21/11/2012
Autore scheda: Andrea Prodan


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>