Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Dardanus calidus (Risso, 1827)
Phylum Arthropoda
Classe Crustacea
Ordine Decapoda
Famiglia Diogenidi
Genere Dardanus
Specie calidus
/images/schede/foto_schede/d/dardanus_calidus.jpg
Autore foto: Giovanni Marino
Informazioni aggiuntive
Nomi comuni italiani Bernardo l'Eremita
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Paguro Bernardo l'Eremita
(questo nome comune è comunque generico e viene usato anche per il congenere Dardanus arrosor)
In natura
Distribuzione > La specie è endemica di tutto il Mediterraneo.
Descrizione Presenta un carapace e chele dal colore rosso intenso sulle quali presenta sempre molti tubercoli appuntiti (una sorta di evidente peluria). Anche gli altri arti sono coperti da tubercoli appuntiti. Presenta spesso striature biancastre in prossimità degli occhi e nelle giunture delle articolazioni. Come la maggior parte dei paguri ripara l'addome molle privo di carapace all'interno di conchiglie di gasteropodi vuote.
Vive su fondali rocciosi da pochi metri fino a 100 m. E' un paguro di grosse dimensioni e può raggiungere i 10 cm di lunghezza.
E' una specie abbastanza comune.
Caratteristiche Tipica è l'abitudine di collocare sulla conchiglia uno o più anemoni, di solito Calliactis parasitica.
Questa specie viene spesso confusa con il congenere Dardanus arrosor da cui si distingue dalle chele tubercolate (pelose) per Dardanus calidus mentre totalmente prive di peluria e con striature trasversali per Dardanus arrossor. Anche gli altri arti sono un po' diversi: meno pelosi e con sottili venature giallognole per D. arrosor e più pelosi e spesso con fasce bianche sulle giunture delle articolazioni per D.calidus. Inoltre D.arrosor a volte è rosso ma a volte può avere un colore più tendente all'arancione mentre D.calidus è sempre rosso vivo. Dardanus arrosor è inoltre molto più difficile da osservare e fotografare rispetto a Dardanus calidus probabilmente perché vive a profondità maggiori.
In cattività
L'ambiente in vasca Necessita di una vasca dedicata con organismi non delicati. Le rocce devono essere tutte ben stabili ed agganciate. Può spostare e sollevare pesi non indifferenti. Possono essere danneggiati molti organismi che normalmente vivono in vasca di comunità; quali spirografi, attinie, murici e ricci. Inoltre sradica con facilità le alghe e sposta le pietre.
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Osservazioni Crostaceo di indiscussa robustezza. Bisogna valutare bene l'iserimento in vasca perchè è quello che normalmente viene considerato "un rullo compressore".
Specie affini Dardanus arrosor
Incompatibilità Tutti gli organismi sopra elencati.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
2 - Facile

Data ultima revisione: 21/11/2012
Autore scheda: Roberto Pillon


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>