Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Coralliophila meyendorffii (Calcara, 1845)
Phylum Mollusca
Classe Gastropoda
Ordine Coenogastropoda
Sott'ordine Muricoidea
Famiglia Coralliophilidae
Sottofamiglia Coralliophilinae
Genere Coralliophila
Specie meyendorffii
/images/schede/foto_schede/c/coralliophila_meyendorffii.jpg
Autore foto: Stefano C.a. Rossi
Informazioni aggiuntive
Nomi comuni italiani mangiamadrepore (con riserva-eventuale controllo)
In natura
Distribuzione Vive su fondali rocciosi incluso Adriatico. E' comune sui fondi rocciosi e detritici grossolani associata a celenterati coloniali o solitari.
Descrizione Gonchiglia globosa e solida, con grosse costole assiali e evidenti cordoncini spirali leggermente squamosi. Colore del nicchio bianco sporco, colore del mollusco rosato. L’altezza media non supera i 30 mm.
Vive in zona litorale e sommersa, tra gli anemoni, a profondità comprese tra 2 e 50 m.
In cattività
L'ambiente in vasca Necessita della presenza di celenterati di cui è parassita; il mollusco è sempre stazionario presso un anemone o gruppi di anemoni (Anemonia sulcata, Calliactis parasitica, ecc), quindi va mantenuto in acquario con gli anemoni cui era associato; non sussistono preferenze di substrato o illuminazione. In vasca si può associare ad Actinia equina, e tollera anche lo stazionamento al disopra della superficie per lunghi periodi; tale associazione in natura non è segnalata.
Tollera variazioni di illuminazione.
Temperature Dati gli ambienti di rinvenimento, si ritiene possa tollerare temperature sopra i 24°C, quantomeno per brevi periodi.
Varie e curiosità Piccoli esemplari sono spesso associati a colonie di Astroides calycularis cui, crescendo, possono arrecare danni significativi.
Alimentazione C. meyendorffii è parassita di celenterati, per cui l'unico nutrimento possibile sono grossi celenterati che possano essere parassitati; il mollusco utilizza la proboscide priva di radula, e i grossi celenterati sembrano peraltro non risentirne e non mostrano lesioni. Mantenendo in buona salute le anemoni si garantisce la risorsa di cibo per il mollusco.
Piccoli anemoni delicati e sclerattinie come Astroides, Leptosammia nonché Balanophyllia e affini possono invece risentire in modo grave della parassitosi di una C. meyendorffii di medie dimensioni.
Specie affini C. lamellosa distibguibile per maggiore evidenza delle lamelle ornamentali.
Incompatibilità Incompatibile con piccoli anemoni di tutte le specie e madreporari.
Può venire predata da Buccinulum corneum.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile
Collegamenti web
Michele Abbondanza Interessante discussione

Data ultima revisione: 22/11/2012
Autore scheda: Stefano C. A. Rossi


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>