Tu sei qui: Schede organismi Schede in ordine alfabetico
Aidablennius sphynx (Valenciennes, 1836)
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sott'ordine Blennioidei
Famiglia Blenniidae
Genere Aidablennius
Specie sphynx
/images/schede/foto_schede/a/aidablennius_sphynx.jpg
Autore foto: Antonio Zofrea
Informazioni aggiuntive
Revisioni e sinonimi Sinonimi:
Blennius sphynx Valenciennes, 1836
Aidablennius sphinx (Günther, 1861)
Blennius sphinx Günther, 1861
Nomi comuni italiani Bavosa sfinge
Nomi comuni regionali e internazionali
(Clicca qui per le sigle internazionali)
(I) Bavosa sfinge -
F=Blennie sphinx - E=Dormilaga de roca - TR=Horozbin baligi -
HR=Kokoška - D=Schleimsphinx -

Maltese=Budakkra lewn iz-zebbug
Russo=Morskaya sobachk
In natura
Distribuzione Mar Mediterraneo e Mar Nero. Atlantico orientale, Marocco
Descrizione Specie con tentacolo semplice, maggiore del diametro dell'occhio. Pinna dorsale incisa. Caratteristica la macchia ovale blu orlata di rosso dietro gli occhi. Colore verde giallognolo con 6-7 fasce trasversali bruno verdi orlate di rosa.
Caratteristiche Non raro tra le alghe vicino alla linea di costa. Si trova spesso nelle zone rocciose dei litorali che sono esposti alla luce ed alle onde di marea. Anche su terrazzamenti orizzontalicoperti di alghe Ulva e Cladophora). Evita le zone buie. Si ciba di invertebrati e di alghe bentoniche. Ovoviparo, le uova sono adesive. In questo periodo i maschi occupano i fori delle foladi. Non lasciano le uova nemmeno durante la bassa marea.
Raggiunge la lunghezza massima di 8cm. Possiede memoria locale e orientamento accertati.
In cattività
L'ambiente in vasca Non necessita di un ambiente particolare, purchè vi siano rocce e cavità nelle quali possa, all'occorrenza, nascondersi.
Temperature Necessita di temperatura molto stabile.
Osservazioni E' una bavosa dal carattere curioso ed estroverso, che ama gironzolare in lungo e in largo per la vasca. Se troverà un buco o una fessura di suo gradimento, potrà farne la sua tana ritirandovisi allo spegnimento delle luci.
Cure Pesce piuttosto resistente, non necessita, a mio avviso, di cure particolari. Per il carattere mite ma curioso, soffre la convivenza con pesci aggressivi (serranidi, altri blennidi), dai quali fugge con guizzi rapidissimi.
Alimentazione Pezzetti di gambero, o di pesce, cozze, artemia liofilizzata, e in genere ogni alimento per pesci non erbivori.
Incompatibilità Carattere assolutamente pacifico, a differenza di molti altri blennidi.
Ho riscontrato incompatibilità con esemplari adulti di Parablennius zvonimiri dal carattere particolarmente aggressivo.
Difficoltà di allevamento
(Clicca qui per i livelli di difficoltà)
0 - Informazione non disponibile

Data ultima revisione: 18/10/2012
Autore scheda: Michele Abbondanza, con il contributo di Andrea Prodan


Gli articoli e le fotografie sono di proprietà degli autori come la responsabilità del contenuto. Il prelievo di immagini ed articoli è vietato senza il consenso degli autori o dell'associazione. Se in questo sito ci sono immagini o contenuti che violano i diritti d'autore comunicatecelo e verranno rimossi.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>