Tu sei qui: Menu principale Notizie dal web Med - con anteprima Scoperte: nuova specie di crostaceo

Scoperte: nuova specie di crostaceo

E-mail Stampa PDF
Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image http://cordis.europa.eu/news/images/20120614-1.jpg

Una nuova specie di granchio solitario trovata nascosta sul fondo marino della Galizia. Dal progetto Indemares.

 

Scoperta una nuova specie di granchio sul banco sottomarino del banco di Galizia a 1410 m di profondità. L'uroptychus cartesi è una nuova specie di granchio descritta da Joan Cartes e descritta da Baba, K., & Macpherson, E. (2012): 

Illustrazione di questo articolo Arthropoda
Crustacea
Malacostraca
Eumalacostraca
Eucarida
Decapoda
Pleocyemata
Anomura
Chirostyloidea
Chirostylidae
Uroptychus

Il granchio misura appena tra i 5 e i 7 cm.  La scoperta è stata fatta nell'ambito del progetto INDEMARES "Inventory and designation of marine Natura 2000 areas in the Spanish sea". INDEMARES è in parte finanziato dalla Commissione europea, nell'ambito del programma dell'UE "LIFE+" sotto l'Area tematica "Ambiente". 

Le caratteristiche morfologiche del granchio lo rendono unico nell'angolo più orientale dell'Atlantico, è infatti diverso dalla maggior parte delle specie europee per la forma e il numero di aculei sul suo guscio. Ha molto in comune con il suo cugino caraibico: l'uroptychus armatus. In un articolo pubblicato sulla rivista Zootaxa, i ricercatori, provenienti da Giappone e Spagna, spiegano che l'uroptychus cartesi appartiene alla famiglia delle Chirostylidae ed è uno degli appena quattro membri della famiglia che vivono in Europa. Quattordici degli altri membri più vicini della famiglia degli Uroptychus cartesi preferiscono le acque caraibiche rispetto a quelle europee e nell'oceano Indo-Pacifico ne esistono altri 100 tipi. 

Il co-autore dello studio, Enrique Macpherson del Centro di studi avanzati di Blanes (CEAB-CSIC), in Spagna, commenta: "Il suo stretto legame con le specie dei Caraibi è logico. Tutte le specie del Nord Atlantico hanno caratteristiche comuni e hanno buone probabilità di venire da antenati comuni che invasero l'Atlantico dall'Oceano Pacifico e Indiano un paio di milioni di anni fa." Macpherson aggiunge che la piccola aragosta di colore arancio in genere vive intorno a coralli e gorgonacee e tende a essere abbondante nelle montagne e nei canyon sottomarini che sono stati soggetti a scarse attività di pesca.  Anche se non gli somiglia affatto, quest'aragosta appartiene al gruppo dei granchi eremiti. I ricercatori hanno verificato che le loro larve hanno una bassa capacità di dispersione, poiché passano pochissimi giorni allo stato di plancton. Sembra che gli piaccia molto cibarsi di piccoli crostacei e sostanze particellari. 

L'obiettivo principale del progetto INDEMARES è contribuire alla protezione e all'uso sostenibile della biodiversità nei mari spagnoli, attraverso l'identificazione di zone preziose per la rete Natura 2000. Questa rete dell'UE comprende zone di salvaguardia e protezione per le specie e gli habitat più importanti e più in pericolo dell'Europa e comprende l'ambiente marino.

 

Fonti:

 

 


Ufficio stampa Centro di studi avanzati di Blanes CEAB-CSIC


 

 

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>