Tu sei qui: Menu principale Notizie dal web Med - con anteprima Progetto Hippo-ATLAS

Progetto Hippo-ATLAS

E-mail Stampa PDF

Syngnathus_acus_di Roberto Pillon per AIAM

Hippo-ATLAS è un'importante iniziativa, partita dai maggiori esperti europei di pesci ago e cavallucci marini, che punta a raccogliere il maggior numero possibile di dati, informazioni e specialmente fotografie di questi pesci dal Mediterraneo e dagli altri mari europei. Lo studio di queste specie risulta essere particolarmente complesso e per supportare la ricerca si sta cercando di coinvolgere i subacquei e i fotografi amatoriali chiedendo loro di fornire le foto e i dati dei loro incontri con questi magnifici pesci.

Uno dei principali fautori di questa iniziativa è Patrick Louisy che sicuramente molti di voi già conoscono e apprezzano per la qualità del suo lavoro. E' proprio da un suo appello che è nata l'idea di questo post.


Questo è il link dell'iniziativa: PEAUBLEUE

 

Questo è il link con le istruzioni per poter contribuire con le proprie foto: ISTRUZIONI PER L'INSERIMENTO DELLE FOTO

 

Questo è il link per la registrazione al sito, necessaria per collaborare con l'iniziativa, e per poi caricare le foto: REGISTRAZIONE SUL SITO

 

Contribuire è molto semplice. In sintesi si chiede di condividere le foto di pesci ago e cavallucci marini incontrati nel Mediterraneo e negli altri mari europei, anche se non sono foto di qualità eccezionale, si possono inserire al massimo 3 foto per ogni esemplare, in formato JPG o RVB e la dimensione raccomandata per le foto è di 1600 pixels (nel lato maggiore).

Nella schermata in cui si caricano le foto ci sono degli appositi campi in cui inserire informazioni quali la specie presunta, data, località, Paese, profondità, coordinate di GoogleMap (con una funzione comoda e intuitiva), ambiente in cui lo si è incontrato, ecc...

Alcuni dati come la specie esatta o il sesso del pesce (campo che si può sempre valorizzare come "sesso sconosciuto") si possono valorizzare senza problemi in quanto tutte le foto vengono poi visionate, corrette e identificate correttamente, in pochi giorni, dagli esperti.

Tutti i dati così trattati confluiscono in un database da cui i ricercatori traggono preziose informazioni per i loro studi.

 

Si riscontra un problema relativo al campo dell'orario della foto al momento, che non è ancora stato attivato.

Qualsiasi anomalia o problematica potete segnalarla all'apposita e-mail presente nel sito a cui rispondono sempre prontamente.

 

Si tratta quindi di un'iniziativa no-profit, che permette di collaborare attivamente alla ricerca scientifica, che permette di aiutare autori a cui dobbiamo molto, di condividere e far apprezzare le foto più o meno belle che abbiamo nei nostri archivi e di poter avere delle identificazioni della massima qualità su queste specie molto complesse fatte dai maggiori esperti.

L'immagine è di Roberto Pillon.

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>