Tu sei qui: Articoli Biologia marina Pesce coniglio: Siganus luridus

Pesce coniglio: Siganus luridus

E-mail Stampa PDF
Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image http://www.blublog.net/wp-content/uploads/2011/05/immagine.jpg
There was a problem loading image http://www.blublog.net/wp-content/uploads/2011/05/mappa_coniglio.jpg

 Il pesce coniglio (Siganus luridus)

Nell’ultimo numero della rivista ANNALES, Annali di Studi istriani e mediterranei (series historia naturalis  20, 2010, 2 ), edito da UNIVERZITETNA ZALOŽBA ANNALES – KOPER è stato pubblicato un articolo che riguarda l’AMP-Miramare.
Più precisamente si tratta di un “primo avvistamento” risalente all’estate scorsa, quando durante i regolari monitoraggi della fauna ittica presente nell’AMP, è stato osservato un esemplare di pesce coniglio ( Siganus luridus), una specie lessepsiana.

L'esemplare osservato a MIramare (foto D. Poloniato)

L'esemplare osservato a MIramare (foto D. Poloniato)

L’individuo in questione è stato fotografato ed osservato ripetutamente nel periodo compreso tra la seconda metà di agosto e la prima metà di settembre 2010 e si tratta del primo esemplare di questa specie aliena, censito nelle acque dell’Adriatico.

I primi avvistamenti in Mediterraneo di questa specie risalgono al 1955 nelle acque antistanti alle coste di Israele; da quel momento il suo areale di distribuzione si è ampliato raggiungendo le acque della Turchia, Grecia, Libia, Tunisia e più recentemente anche della Francia.

Si tratta di un erbivoro che bruca i manti algali presenti sulle rocce a bassa profondità.
E’ considerata una specie invasiva, che dal punto di vista alimentare è in competizione con alcune specie tipicamente mediterranee quali ad esempio la salpa ( Sarpa salpa) ed è spesso osservato in associazione con un altro pesce congenere: il  Siganus rivulatus, con il quale condivide il nome comune: “pesce coniglio”.
Entrambe queste specie assumono una certa importanza commerciale ma solo nelle aree del Mediterraneo orientale e meridionale dove la sua presenza oramai è consolidata.

Per quanto riguarda il golfo di Trieste si tratta invece della terza specie aliena registrata dal 1998, dopo Epinephelus coioides (maggio 1998) e Terapon theraps (agosto 2007); di quest’ultimo avevamo già dato notizia sul nostro blog (http://www.blublog.net/?p=483).

Scarica l’articolo: First record of the dusky spinefoot (siganus luridus)


L'articolo è stato autorizzato alla pubblicazione sul sito AIAM da BLUBLOG

AIAM utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information
?>?>